Archives

Prevenzione

Prevenire è meglio che curare

Per noi dello Studio Odontoiatrico Gianicolense, la prevenzione odontoiatrica significa educazione, igiene e diagnosi

Educazione orale per tutta la famiglia

Carie e disturbi gengivali sono dovuti principalmente alla placca, una pellicola composta da batteri e residui di cibo che si forma negli spazi tra dente e dente e vicino alla gengiva. Solo l’uso corretto dello spazzolino, del filo interdentale e dello scovolino possono aiutarti a prevenire queste patologie dentali. L’attività di igiene domestica è la base della prevenzione odontoiatrica e va appresa fin da piccoli, ma per essere efficace deve essere insegnata da chi di prevenzione se ne intende: i nostri igienisti dentali sanno educare bambini, ragazzi e adulti alle pratiche di pulizia corrette durante le sedute di igiene dentale.

Sedute di igiene dentale

Usiamo strumenti sonici e ultrasonici per la pulizia dei denti che le nostre igieniste dentali effettuano a intervalli regolari (solitamente due volte l’anno, se non sono presenti particolari patologie). Il trattamento non prevede anestesia, se non in alcuni casi particolari valutati singolarmente dall’igienista.
La pulizia dei denti professionale permette di rimuovere placca e tartaro che non sono stati rimossi dal paziente, spesso perché i depositi si sono formati in posizioni difficili da raggiungere. Tra i vantaggi offerti dalle sedute di igiene dentale: riduzione del rischio di carie e gengiviti, eliminazione delle macchie dentali, prevenzione efficace della parodontite e dell’alitosi.

Sessioni diagnostiche

È fondamentale sottoporsi a esami diagnostici ai fini di una prevenzione precoce efficace. Utilizziamo tecniche di videoradiologia digitale che offrono una maggiore precisione diagnostica e ci permettono di redigere piani di intervento personalizzati. Lo Studio Odontoiatrico Gianicolense è in grado di effettuare radiografie complete dell’arcata dentale, necessarie per verificare lo stato di salute del dente, compresa la radice e l’osso alveolare.
Un altro strumento preventivo essenziale a cui facciamo ricorso è il test microbiologico molecolare che consente di identificare e quantificare i principali patogeni che causano la perimplantite, ossia l’infiammazione che può colpire i tessuti in occasione della realizzazione di impianti.

Cura

Una metodologia di cura integrata

Qualunque sia l’intervento, terapie canalari, odontoiatria conservativa, implantologia orale, logopedia e osteopatia, noi dello Studio Odontoiatrico Petrelli guardiamo al paziente nel suo complesso.

Terapie canalari

I nostri denti sono formati di smalto e dentina all’esterno, ossia la parte “dura” del dente e da un tessuto molle interno, detto polpa. La terapia canalare dentale si rende necessaria quando la polpa, in seguito a una carie o a un trauma, diventa infetta o infiammata, richiedendo un intervento di pulizia della parte interna del dente. Utilizziamo questa cura, anche detta trattamento endodontico, per curare le infezioni ed evitare l’estrazione del dente che potrà quindi restare al suo posto, continuando a svolgere le sue funzioni.
La terapia canalare non è dolorosa e viene eseguita in anestesia locale. Dopo aver svuotato i “canali” dei denti e averli disinfettati e sagomati, procediamo a riempirli con materiali appositi, rendendo così impossibile la riproduzione dei batteri all’interno del dente curato.

Odontoiatria conservativa

Quando gli interventi di cura riguardano le lesioni a carico dello smalto e della dentina, ossia la parte esterna del dente, parliamo di odontoiatria conservativa, trattamenti che mirano a restaurare la normale funzione ed estetica dei denti. Nell’ottica dell’odontoiatria moderna, che prevede la minima invasività dei restauri, rimuoviamo il solo tessuto cariato e lo sostituiamo con un materiale da restauro che viene legato direttamente al tessuto sano. I materiali compositi di ultima generazione presentano caratteristiche fisiche (durezza, resistenza all’abrasione) del tutto simili ai denti naturali e possono quindi essere impiegati sia sui denti dei settori anteriori che su quelli dei settori posteriori. Negli ultimi due decenni, lo Studio Odontoiatrico Petrelli non ha più utilizzato l’amalgama per le cure conservative, evitando così i grossi limiti estetici di questo materiale.

Implantologia orale

Quando i trattamenti conservativi non sono praticabili, facciamo ricorso all’implantologia orale, ossia alla sostituzione dei denti mancanti con altrettante radici sintetiche ancorate nell’osso che possono sostenere denti singoli, gruppi di denti o possono anche fungere da supporto per una protesi completa. L’implantologia permette di restituire al paziente la piena funzionalità del suo apparato dentale, ripristinando le funzioni del cavo orale.
Lo Studio Odontoiatrico Petrelli effettua un’accurata ricostruzione tridimensionale del cavo orale del paziente integrando dati provenienti da esami radiologici e scansioni (Dentalscan), e utilizza software certificato (3Diagnosys) per la diagnosi pre-implantare completa e la pianificazione virtuale dell’intervento chirurgico. Grazie all’uso di tecnologie all’avanguardia, curiamo il comfort del paziente in ogni fase del processo di realizzazione di un impianto.

Logopedia e osteopatia

Per noi dello Studio Odontoiatrico Petrelli, l’odontoiatria integrata non è una parola chiave alla moda, ma una modalità operativa che ispira ogni nostro intervento preventivo, terapeutico e cosmetico.
Per questo, all’interno dello studio operano professionisti che integrano le cure odontoiatriche tradizionali con strumenti terapeutici aggiuntivi: logopedista e osteopata.
La logopedia è una branca della medicina che si occupa della prevenzione, della valutazione e del trattamento riabilitativo dei disturbi della comunicazione, nei molteplici suoi aspetti nonché delle alterazioni della respirazione (percezione/educazione alla libertà dei ritmi respiratori fisiologici), dei disturbi della voce, dell’articolazione in età evolutiva, adulta e geriatrica. L’osteopatia è l’espressione di una filosofia che riconosce nell’individuo un’unità funzionale nella quale non è possibile separare le strutture psichiche, viscerali e somatiche. Grazie a un insieme di procedure manuali, ripristina la corretta mobilità delle strutture corporee, incluse quelle relative al cavo orale e alle sue funzonalità.

Estetica

Il modo migliore di mostrare i denti è con un sorriso

Qualunque sia l’intervento, terapie canalari, odontoiatria conservativa, implantologia orale, logopedia e osteopatia, noi dello Studio Odontoiatrico Petrelli guardiamo al paziente nel suo complesso.

Lo Studio Odontoiatrico Petrelli si occupa anche di estetica dentale, offrendo un servizio completo, sicuro ed efficace per ritrovare il proprio sorriso migliore grazie a una dentatura sana e a un viso armonico. Tra i servizi offerti, le sedute di sbiancamento dentale, le protesi fisse in zirconia ceramica, la realizzazione di faccette dentali, l’ortodonzia invisalign®, le applicazioni antiaging OxyMed.

Una premessa: l’odontoiatra può occuparsi di estetica?

Secondo la legge che regolamenta la professione, gli odontoiatri possono svolgere le attività connesse alla diagnosi e alla terapia delle malattie e anomalie congenite e dei relativi tessuti, nonché alla prevenzione e alla riabilitazione odontoiatriche. Pertanto, le attività che riguardano una terapia o una riabilitazione della bocca e dei tessuti in qualche modo connessi a un’anomalia di tale parte del corpo possono legittimamente rientrare nell’ambito dell’attività dell’odontoiatra. Di conseguenza, se il trattamento estetico medicale sui tessuti periorali serve a completare un intervento funzionale sui denti, ridando alla bocca una forma e una consistenza corretta, si tratta senz’altro di una parte integrante della cura, anche tenendo presente che spesso gli interventi di estetica risolvono problemi di carattere psicologico.

Sbiancamento dentale

Quando i normali trattamenti non sono sufficienti a riportare la dentatura al grado di brillantezza e candore desiderato, è possibile ricorrere a tecniche e prodotti di sbiancamento. Affidarsi a uno specialista accreditato per questo servizio assicura un risultato soddisfacente e sicuro: lo Studio Odontoiatrico Gianicolense fa uso di procedure e sostanze all’avanguardia, rapide e sicure, che garantiscono un efficace sbiancamento dentale in tempi molto brevi. Lo sbiancamento dentale è un intervento rapido e indolore, ottenuto tramite l’utilizzo di speciali paste leggermente abrasive e sbiancanti.

Protesi fisse o mobili in zirconia ceramica

Lo Studio Odontoiatrico Gianicolense realizza protesi fisse ad alto valore estetico, dalla classica corona in oro porcellana alla più evoluta in disilicato di litio passando per l’affidabile e ormai universalmente riconosciuta zirconia. Realizziamo inoltre protesi mobili, ossia protesi removibili, parziali (con ganci o attacchi) o totali, in caso di parziale o totale assenza degli elementi dentari. Dove le ossa mascellari lo permettono, si possono anche applicare impianti in titanio su cui vengono costruiti degli attacchi, ai quali vengono agganciate le protesi removibili, migliorandone notevolmente stabilità e ritenzione.

Faccette dentali

Realizziamo faccette dentali che rappresentano uno dei risultati migliori dell’odontoiatria estetica moderna.
Anche conosciute con il nome di “faccette estetiche”, consistono in sottili lamine (0,5-0,7 mm) in ceramica che vengono applicate sulla superficie esterna dei denti e ne mascherano imperfezioni legate al colore, alla forma o alla posizione. Tra i problemi estetici per cui sono indicate: discromie (macchie permanenti), diastemi (spazi interdentali), otturazioni con difetti del colore, denti con anomalie di forma o posizione.
La preparazione del dente consiste nell’asportare una piccolissima porzione di sostanza dentale: la procedura è molto conservativa, non comporta danno alla polpa e rimane entro i limiti dello smalto.

Applicazioni antiaging OxyMed

OxyMed è una tecnologia altamente innovativa utilizzata nel trattamento dell’antiaging e dell’invecchiamento cutaneo. L’apparato permette l’applicazione sulla pelle di ossigeno ad elevato grado di purezza e ad alta concentrazione, per rinnovare la pelle, migliorandone la qualità strutturale e accelerando i processi di riparazione dei tessuti, con risultati stabili nel tempo.
Il trattamento prevede un ciclo di 15 sedute, intervallate solitamente da un periodo tra i 20 e i 25 giorni, per garantire la massima efficacia e il mantenimento dei benefici ottenuti dal trattamento per il maggior tempo possibile. Gli inestetismi trattati comprendono l’invecchiamento cutaneo del viso o del collo, gli aloni scuri intorno agli occhi, le iperpigmentazioni, i rilassamenti della pelle. Il trattamento è adatto a qualsiasi fascia d’età, non ha particolari effetti collaterali ed è controindicato solo in rari casi.

Radiologia arcata

Radiologia Digitale

Questa tecnologia permette una maggiore precisione diagnostica ed è in grado di fornire informazioni più dettagliate ed elaborate, grazie anche all’assistenza di software specifici per la visualizzazione. L’esperienza maturata in questo settore, con oltre quarant’anni di attività, permette allo Studio Odontoiatrico Gianicolense di garantire interventi con altissimi standard di qualità, a partire da diagnosi cliniche accurate e da piani di intervento personalizzati, elaborati sulle reali esigenze di ogni paziente.

Lo Studio Odontoiatrico Gianicolense è in grado di effettuare radiografie complete dell’arcata dentale, necessarie per verificare lo stato di salute del dente, compresa la radice e l’osso alveolare. La videoradiologia digitale consente una visualizzazione chiara della zona dentale, in tutta sicurezza per il paziente.

Test microbiologico molecolare

Il test microbiologico molecolare in fase diagnostica consente di identificare e quantificare i principali patogeni responsabili della perimplantite.
Eseguito durante e al termine del trattamento paradontale, consente un controllo oggettivo dell’efficacia dell’intervento terapeutico e del protocollo di mantenimento.

E’ utile al miglioramento della compliance del paziente che, adeguatamente informato al riguardo al suo personale profilo microbiologico. Aderirà in maniera più consapevole al piano terapeutico.

Cure conservative

L’Odontoiatria conservativa si occupa di trattare le lesioni a carico dello smalto e della dentina dei denti con la finalità di restaurarne la normale funzione ed estetica.

L’Endodonzia come la conservativa si occupa delle lesioni dei denti, ma a livello pulpare all’interno degli stessi, dove risiedono le terminazioni nervose. Il suo scopo principale è la prevenzione e la cura della parodontite periapicale. Agisce quindi sullo svuotamento dei “canali” dei denti, sulla disinfezione e sagomatura dei canali e sul loro successivo riempimento con materiali appositi. Lo scopo è rendere impossibile la riproduzione dei batteri nei canali stessi, fallendo il quale scopo il dente è predestinato ad un granuloma, che può complicarsi successivamente in un ascesso dentario.

Una endodonzia (alias terapia canalare) è invece la terapia primaria per eliminare granulomi, e anche cisti, (rilevabili con lastrine radiografiche endorali).

Implantologia

L’implantologia orale è quella branca dell’odontoiatria che si occupa di sostituire i denti mancanti con altrettante radici sintetiche ancorate nell’osso che possono sostenere denti singoli, gruppi di denti o possono anche fungere da supporto per una protesi completa (la cosiddetta dentiera).

I vantaggi dell’implantologia

L’implantologia è quindi in grado di ridare la perfetta funzionalità all’apparato dentale del paziente e ripristinare le funzioni del cavo orale, garantendo al paziente un beneficio duraturo nel tempo. Le protesi impiantate diventano un unico corpo con l’osso del paziente assicurando la massima funzionalità dell’impianto. Occorre ricordare che l’utilizzo della soluzione implantare permette di conservare integri i denti naturali adiacenti allo spazio da colmare in quanto la protesizzazione degli impianti non coinvolge se non di rado anche i denti naturali.

Implantologia guidata

La tecnica di riabilitazione madiante utilizzo di impianti osteointegrati utilizzata dal nostro Studio si basa sui seguenti principi: Accurata ricostruzione tridimensionale del paziente mediante integrazione di dati provenienti da esami radiologicie Dentalscan effettuati con posizionatori radiologici personalizzati, scansioni ottiche dei modelli in gesso o scansioni intraorali; Utilizzo di Sofware certificato (3Diagnosys) che in modo semplice ed intuitivo permette al Clinico di effettuare una diagnosi Pre­Implantare completa ed una pianificazione virtuale dell’intervento chirurgico Realizzazione di guide chirurgiche su qualsiasi tipo di appoggio sia esso dentale sia esso solo mucoso e protesi provvisorie costruite direttamente dalla progettazione eseguita, allo scopo di poter terminare l’intervento, potendo dare al paziente il confort di tornare a casa con la protesi dentale gia installata. notevole riduzione di dolori e gonfiori post operatori poiche’ non vengono effettuati tagli ne punti di sutura.

Estetica del sorriso

Estetica del sorriso

Il nostro studio si occupa anche di estetica dentale, offrendo un servizio completo, sicuro e di successo per ritrovare un sorriso e una dentatura sana, armonizzando il viso grazie a specialisti in odontoiatria.
Tra i trattamenti mirati ad avare una buona estetica del sorriso si eseguono:

– sedute di sbiancamento dentale…. un sorriso più bianco e brillante in meno di 40 minuti;
– protesi fisse in zirconia ceramica ad alto valore estetico…considerando la nostra attenta ricerca dei materiali biocompatibili e più tecnologici che il mercato offre
– realizzazione di faccette dentali…uno dei risultati migliori dell’ odontoiatria estetica moderna
– ortodonzia invisalign®… un’alternativa trasparente all’apparecchio tradizionale comodo trasparente e rimovibile, trasforma il tuo sorriso senza interferire con la tua vita quotidina. Oltre 2,5 milioni di persone in tutto il mondo hanno gia avuto modo di scoprirlo.

Logopedia e osteopatia

Logopedia

La locopedia è una branca della medicina che si occupa della prevenzione, della valutazione e del trattamento riabilitativo dei disturbi della comunicazione, nei molteplici suoi aspetti nonchè delle alterazioni della respirazione (percezione/educazione alla libertà dei ritmi respiratori fisiologici), dei disturbi della voce, dell’articolazione in età evolutiva, adulta e geriatrica.

Osteopatia

L’osteopatia è l’espressione di una filosofia che riconosce nell’individuo un’unità funzionale nella quale non è possibile separare le strutture psichiche, viscerali e somatiche.Tale unità deve essere assolutamente rispettata se si vuole essere veramente efficaci in un’arte curativa. Qualunque sia il disturbo presentato, l’osteopata lavora servendosi delle proprie mani, sull’integrità della struttura che sopporta la funzione compromessa così come sulle relazioni con le strutture e le funzioni circostanti.Il concetto di movimento è il cardine della filosofia osteopatica. Uno dei principi fondamentali dell’osteopatia è quello di ripristinare in tutti i distretti del corpo, indipendentemente dell’apparato o sistema, la corretta mobilità delle strutture, partendo dal presupposto che dove la mobilità risulti corretta è più difficile che si sviluppi la patologia. Ciò perchè la mobilità delle strutture non è fine a se stessa, ma è la condizione fondamentale per una fisiologica vascolarizzazione e innervazione dei tessuti. L’osteopatia si basa su un insieme di procedure manuali che il terapeuta mette in atto con lo scopo di ripristinare la corretta mobilità delle e tra le strutture corporee, al fine di migliorare la fisiologia dei sistemi e degli apparati e sostenere l’omeostasi del paziente. Sfruttando la capacità intrinseca dell’organismo all’autoguarigione , lo stimola in un contesto che rispetta la relazione tra corpo,mente e spirito.

Tecnologia

Un bel sorriso… con CEREC

CEREC.. UNA PEOCEDURA CON UNA LUNGA TRADIZIONE… Il metodo CEREC fu sviluppato presso l’università di Zurigo e dal 1985, vale a dire da 25 anni, viene impiegato con successo negli studi. In tutto il mondo più di 25.000 odontoiatri soddisfatti lavorano, in più di 50 paesi, con la tecnologia CEREC. Dal 1985 più di 8 milioni di pazienti sono stati trattati con il meotodo CEREC e curati complessivamente con più di 20 milioni di restauri in ceramica. Studi pluriennali dimostrano che i restauri realizzati con CEREC presentano una durevolezza pari almeno a quella dei restauri in oro.

I restauri in ceramica integrale realizzati con il sistema CAD/CAM Sirona hanno dimostrato la loro validità milioni di volte nella clinica pratica. Per soddisfare gli standard più elevati in termini di qualità e duttilità la società Sirona si è impegnata continuamente nello sviluppo di nuovi materiali e accessori ad alte prestazioni fatte su misura per il loro software di progettazione e le loro unità di molaggio CEREC e inLab.

CEREC è una tecnica assistita da computer per la realizzazione di inlay,onlay,corone parziali,veener e corone in ceramica integrale senza metallo (metal free)

La ceramica soddisfa i massimi requisiti estetici ed è compatibile biologicamente. I restauri in ceramica integrale non hanno nucleo metallico. Pertanto, come nei denti naturali, la luce può passare e nel solco gengivale non appare alcun bordo metallico scuro. La ceramica è stabile nel colore e molto resistente all’abrasione. Inoltre la minima conduttività termica è rispettosa del nervo e della polpa dentale, che è sensibile a variazioni di temperatura.

Sedazione Cosciente

Indipendetemente dal tipo d’intervento che si deve effettuare il paziente anzioso è un soggetto poco collaborante motivo per il quale il nostro studio mette a disposizione dei proprio pazienti il Master Flux della TecnoGaz. Questo macchinario è utilizzato per la sedazione cosciente che si ottiene per via inalatoria, attraverso una miscela di ossigeno e protossido di azoto, inalati attraverso una mascherina di gomma indossata dal paziente che lascia la bocca libera al lavoro dell’odotoiatrico. L’inalazione di questa miscela induce nel paziente una picevole sensazione di rilassamento psichico fisico, senza eliminarle la possibilità di collaborazione attiva. Questo stat terminerà dopo qualche minuto della fine della somministrazione delle cure permettendo al paziente di ritornare ai propri impegni.
Questa tecnica è indicata in un vasto campo di applicazione: dalla semplice ablazione del tartaro, alla conservativa, all’estrazione e anche ai casi più complessi di chirurgia orale o implantare.

Estetica del viso

Medicina estetica del viso

Ai sensi dell’art. 2 della legge 409/85 il laureato in odontoiatria è legittimato a svolgere le attività connesse alla diagnosi e alla terapia delle malattie e anomalie congenite e dei relativi tessuti, nonché alla prevenzione e alla riabilitazione odontoiatriche.
Le attività che riguardano una terapia o una riabilitazione della bocca e dei tessuti in qualche modo connessi a un’anomalia di tale parte del corpo possono legittimamente farsi rientrare nell’ambito dell’attività dell’odontoiatra. Per intenderci: se il trattamento estetico medicale sui tessuti periorali è eseguito nell’ottica di andare a completare un intervento funzionale sui denti e quindi ridare alla bocca una forma e una consistenza corretta va visto come parte integrante della cura, tenendo sempre presente che spesso gli interventi di estetica risolvono problemi di carattere psicologico.

OxyMed DAI RESPIRO ALLA TUA PELLE

OxyMed è un apparato estetico che permette l’applicazione sulla pelle di ossigeno ad elevato grado di purezza e ad alta concentrazione. OxyMed eroga ossigeno puro al 90%, compensando la deficienza dei micro capillari. Abbinando i sieri, che nebulizzano i principi attivi contenuti, permette una maggiore penetrazione nei tessuti. OxyMed consente di rinnovare la pelle, migliorandone la qualità strutturale e accelerando i processi di riparazione dei tessuti, con risultati stabili nel tempo.

Effetto dell’ossigeno

OXYmed è una tecnologia altamente innovativa utilizzata nel trattamento dell’antiaging e dell’invecchiamento cutaneo. Data la sua versatilità, trova riscontro in diversi campi di applicazione, da quello medico a quello estetico, con la possibilità di ottenere risultati istantanei e duraturi su vari livelli, evitando lo stress legato a pratiche chirurgiche. Attraverso l’utilizzo dei manipoli del sistema OXYmed, l’ossigeno ad alta percentuale di purezza rilasciato, attraversando lo spessore del tessuto sottocutaneo, penetra nel derma, determinando in profondità una stimolazione del microcircolo, che aumenterà l’attività metabolica del tessuto circostante.

Secondo gli studi del fisico Von Ardenne (1990), l’invecchiamento è legato, infatti, al minor apporto di sangue ai tessuti, a sua volta conseguenza di un deficit della circolazione a livello dei tratti terminali dei capillari. Altri studi (Stuttgen G.) confermano che il numero di capillari attivi cutanei diminuisce con il passare degli anni. Lavori recenti (Stucker) mostrano che gli strati superiori della pelle umana sono quasi esclusivamente riforniti di ossigeno dall’ambiente esterno e i ricercatori della Clinica Universitaria di Berlino hanno, infine, dimostrato come l’impiego di ossigeno attivo topico favorisca la microcircolazione e il metabolismo cutaneo. In termini pratici, invecchiamento, stress, inquinamento, malattie, sono tutti fattori che colpiscono i microcapillari avviando un processo di degradazione del collagene e dell’elastina: ossigenare la pelle vuol dire, quindi, “rivascolarizzarla” rendendola più sana, tonica, luminosa e morbida.

Il primo beneficio del trattamento topico è, dunque, una rivitalizzazione diretta degli strati cutanei, ma ne esiste un secondo: l’ossigeno è anche un potenziatore metabolico e veicolatore di alcune molecole attraverso gli strati dermo-epidermici.

Il trattamento procederà attraverso un ciclo di 15 sedute, intervallate solitamente da un periodo tra i 20 e i 25 giorni, per garantire la massima efficacia e il mantenimento dei benefici ottenuti dal trattamento per il maggior tempo possibile. Non sono necessari medicazioni o preparazioni specifiche pre e post trattamento, né tempi di recupero particolari. Il trattamento non risulta invasivo né doloroso: determinerà una sensazione di leggera freschezza a livello della zona trattata. La metodica nel complesso si dimostra piuttosto semplice ma efficace allo stesso tempo; essa si esplica attraverso l’utilizzo di due manipoli per l’erogazione semplice di ossigeno ed un aereografo; quest’ultimo viene utilizzato per la veicolazione concomitante di sostanze attive. In particolare i manipoli per l’erogazione dell’ossigeno grande e piccolo, si adattano, date le dimensioni, al trattamento di zone quali viso, collo, décolleté, mani, gambe, addome, braccia, favorendo il recupero dell’elasticità cutanea e un miglioramento dello stato qualitativo della pelle sottoposta al processo di invecchiamento.

Inestetismi trattati

Il beneficio del trattamento topico p una rivitalizzazione diretta degli strati cutanei, perché ossigenare la pelle vuol dire “rivascolarizzarla”, favorendo la microcircolazione e il metabolismo cutaneo, rendendola quindi più sana, tonica, luminosa e morbida. I benefici dell’ossigenazione percutanea sono diretti verso problematiche quali:

• invecchiamento cutaneo viso
• alone scuro perioculare
• ringiovanimento collo, décolleté, mani
• iperpigmentazioni
• cute seborroica, acneica
• rilassamenti dermo-epidermici in aree limitate del corpo

L’assenza di particolari effetti collaterali e di rare controindicazioni rende tale terapia adatta a qualsiasi età.

Effetti generati

I risultati sono già visibili fin dalla prima seduta e si consolidano nelle sedute successive con grande soddisfazione da parte dei soggetti. Tutti i parametri morfologici cutanei incrementano: turgore, elasticità e texture. Il viso appare più giovane, luminoso, i pori cutanei più ristretti, le rughe attenuate e soprattutto si previene la lassità cutanea. Nelle pelli impure si riscontra un netto miglioramento del mantello idro-lipidico con riduzione dei processi acneici attivi e una riduzione di eventuali pigmentazioni presenti. Tutti i risultati subiscono un incremento nel corso delle sedute e raggiungono un alto grado di stabilità nel tempo.

1 – Ipedermia:
L’aumento del flusso sanguigno a livello locale per dilatazione delle arteriole e dei capillari afferenti comporta un notevole miglioramento della circolazione sanguigna, con un apporto maggiore di ossigeno e materiali nutritizi, in particolare in quelle zone corporee maggiormente soggette a stasi venolinfatica.

2 – Rimodellamento:
Permette di ridurre quell’aspetto ondeggiato e/o rigonfio dovuto all’ipertrofia degli adipociti ipodermici, favorendo inoltre il drenaggio dei liquidi attraverso le stazioni linfatiche e una corretta ripartizione del tessuto fibroso con diminuzione dei caratteristici noduli della panniculopatia fibro-sclerotica. Tutto questo conduce ad una ‘ristrutturazione” del tessuto, riduzione delle problematiche e una tonificazione dei tessuti.

3 – Stimolazione della produzione di collagene:
Induce un cambiamento nella struttura dermica e una contemporanea azione di biolifting dovuta allo stiramento delle fibre di collagene ed elastina con una riduzione della lassita cutanea e aumento della elasticità dei tessuti.

4 – Drenaggio di liquidi:
Favorisce l’eliminazione delle sostanze di rifiuto e un riassorbimento degli edemi.

5 – Contrazione delle fibre di coliagene presenti a livello del derma:
Sulla pelle si traduce in un’azione di compattezza e distensione (effetto “bio-lifting”), che si potrà già notare al termine della seduta.

6 – Riduzione della produzione di sebo:
Attraverso un’azione lenitiva innesca un processo di riparazione cutanea

Radiofrequenza – L’energia attiva del calore

La radiofrequenza è lo strumento ideale per intervenire su rughe e lassità cutanea con efficacia di risultato e stabilità.
Il trattamento, infatti, generando un campo elettromagnetico a frequenze che variano da 520 a 700 KHz, stimola i processi fisiologici naturali del metabolismo tessutale, agendo dall’interno e migliorando l’afflusso arterioso e il deflusso venoso linfatico.
Il manipolo del MedRF viene fatto scorrere sull’area da trattare sino a produrre un riscaldamento omogeneo, sia superficiale che profondo, a livello del segmento corporeo trattato.
Nel viso il calore raggiunge la stratificazione dermica profonda e produce una biostimolazione che ripristina l’elasticità tessutale attraverso la nuova produzione di fibre di collagene; vi è inoltre un ricompattamento delle stesse con effetto lifting immediato, che migliora progressivamente nel tempo.